174 visualizzazioni 3 min. 0 Commenti

Piano B, cosa si prova a lasciare il lavoro per dedicarsi alla propria passione

Lo descrive il libro nato dalla rubrica di Repubblica a cura di Valeria Teodonio. Tra le esperienze di chi ha cambiato vita, anche quella dello scrittore napoletano Maurizio De Giovanni: prima di dedicarsi ai suoi gialli, era un impiegato di banca

Dal 10 maggio è in vendita nelle edicole con Repubblica e nelle librerie con Sonzogno “Piano B”, un volume a cura di Valeria Teodonio che racconta le esperienze di vita di chi ha deciso di mollare il lavoro per dedicarsi a una attività che lo coinvolgeva maggiormente.

Il libro ha preso le mosse da una rubrica nata sull’edizione online di Repubblica che ha messo assieme le storie di persone che hanno deciso di fare il grande salto. Donne e uomini. Operai, impiegati e dirigenti. Di ogni età e provenienti da luoghi anche molto diversi tra loro. Come Valentina, che ha abbandonato la carriera da manager per diventare maestra elementare. O Elio, che ha rinunciato al marketing per dedicarsi alla ceramica, Maurizio, che ha lasciato il lavoro da impiegato in un una multinazionale per aprire un forno, o Francesca che ha detto addio al posto fisso per reinventarsi come professional organizer.

Storie di vite normali, rese però straordinarie da un atto di coraggio dirompente.

Nella quarta di copertina, si legge:

“Una frase che abbiamo sentito spesso negli ultimi anni, e che racchiude l’insoddisfazione verso un mondo del lavoro in cui abbiamo smesso di rispecchiarci è ‘non ne posso più, voglio cambiare vita’.Così, se un tempo il Piano B era spesso solo un sogno, dopo la pandemia, per molti è diventato una tentazione forte, e per alcuni una realtà. A raccontarla per la prima volta in tutte le sue sfumature e la sua complessità è la giornalista Valeria Teodonio, che in questo libro – attraverso interviste a sociologi, psicologi, esperti del settore e decine di persone che hanno avuto il coraggio di buttarsi – presenta una riflessione concreta sul «fenomeno Piano B»: pagina dopo pagina porta avanti un’indagine pratica su come, dove e perché si decide di fare il grande salto. Illustra gli errori da evitare e i passi da seguire per lasciare la comfort zone, analizzandole cause e le conseguenze del cambio vita. Una riflessione che svela da cosa nasce questa esigenza e quali sono le regole e gli errori da evitare per arrivare a riappropriarsi di quella dimensione più serena e umana che tanti chiamano felicità”.

Tra le esperienze raccontate nel libro della Teodonio, anche quella dello scrittore Maurizio De Giovanni: prima di dedicarsi ai suoi libri, lavorava in banca.

 

Avatar photo
Redazione - Articoli pubblicati: 633

Redazione del quotidiano di attualità economica "Il Mondo del Lavoro"

Twitter
Facebook
Linkedin
Scrivi un commento all'articolo