139 visualizzazioni 2 min. 0 Commenti

Cosa fa il Governo Meloni per aiutare le aziende a trovare personale

Lo ha spiegto la ministra del Lavoro Calderone alla kermesse organizzata a Manduria da Bruno Vespa

Cosa sta facendo il Governo Meloni per sopperire al mismatch, al problema dei lavoratori che non si trovano? Il ministro del lavoro Maria Elvira Calderone, nel corso del recente «Forum in Masseria», la kermesse pugliese di Bruno Vespa, l’ha messa così: “Non possiamo permetterci di avere 2 milioni di ragazzi che non studiano e non lavorano mentre le aziende sono alla diperata ricerca di personale”.

La mancanza di personale per le imprese ha significato solo l’anno scorso una perdita di 44 miliardi di Pil. Per il ministro del Lavoro la vera emergenza, quindi, è proprio questa: “In questo momento abbiamo un incremento dei posti di lavoro a tempo indeterminato: vuol dire che le aziende stanno investendo. Non c’è un aumento dei contratti a tempo determinato. Anche se noi non lo demonizziamo perché è precario in sè, ma solo quando è utilizzato in modo improprio. Altrimenti togliamo un elemento importante per la flessibilità”.

Ma quali sono i numeri? “I numeri ci dicono che in questo momento il lavoro cresce soprattutto al Sud. Questo vuol dire che c’è una ripresa. Ma dobbiamo trovare i lavoratori: è il nostro obiettivo più importante in questo momento”.

Per il ministro, a tal proposito, “è importante mettere in relazione i mondi della scuola e del lavoro”. E anche per questo punta alla creazione di “un osservatorio per sapere quali lavoratori serviranno tra 5-10 anni, per capire dove va il lavoro, quale sarà il lavoro”.

Sta di fatto che la mancanza di lavoratori rappresenta un problema inedito per l’Italia. Ma che potrebbe pesare anche sulla tenuta dei conti: “Dobbiamo saper utilizzare tutti gli strumenti anche per garantire la tenuta dei conti previdenziali e l’equilibrio delle condizioni di esercizio dei diritti delle persone che si occupano di salute, sanità, previdenza e assistenza sociale. Per anni – ha concluso Calderone – abbiamo avuto un problema di forte disoccupazione, adesso le occupazioni sono aumentate, ma abbiamo mancanza di competenza e calo demografico. E questa mancanza di personale per le imprese ha significato l’anno scorso già una perdita di 44 miliardi di Pil. Praticamente un’impresa su due trova in ritardo e con grande difficoltà i lavoratori che sta cercando”.

Avatar photo
Redazione - Articoli pubblicati: 639

Redazione del quotidiano di attualità economica "Il Mondo del Lavoro"

Twitter
Facebook
Linkedin
Scrivi un commento all'articolo